Itinerario turistico


Vi invitiamo ad organizzare le vostre gite alla Festa del Torrone durante la settimana dal 23 al 27 novembre, periodo in cui tutta l’attività della Festa sarà attiva e in cui saranno presenti laboratori e attività appositamente creati per i bambini e i ragazzi.
Si potrà passeggiare nel centro di Cremona degustando la miglior produzione di torrone e dolciumi proveniente da ogni parte d’Italia e dall’estero; vi attende un ricco programma di iniziative culturali, enogastronomiche, di animazione e intrattenimento senza dimenticarsi del lato didattico.

Cremona Hotels

Sponsor

Saranno possibili itinerari differenti a seconda delle esigenze delle scuole di ogni ordine e grado, di seguito vi proponiamo l’itinerario turistico. Vi consigliamo di consultare anche l’itinerario musicale e didattico.

 

Il tour classico: la cattedrale e la sua incantevole piazza

Sabato 19 e sabato 26 novembre ORE 14.30
Domenica 20 e domenica 27 novembre ORE 14.30
Da lunedì 21 a venerdì 25 novembre ORE 10.30 e Ore 14.00
sotto i portici del Palazzo Comunale


Con partenza davanti all’ufficio turistico in Piazza Duomo, ha inizio un itinerario che ripercorre i secoli della storia cremonese, dedicato alla incantevole piazza che si mostra al visitatore con i suoi palazzi e monumenti ricchi di storia e di suggestioni: la strada basolata della città romana in Via Solferino, le architetture romaniche e gotiche della Cattedrale, il grande Battisteroottagonale, la torre campanaria in muratura più alta d’Europa (il Torrazzo), il Palazzo Comunale e la Loggia dei Militi che evocano atmosfere di vita medievale.
Il tour comprende la visita dell´interno della cattedrale con il celebre ciclo pittorico cinquecentesco della navata centrale.
In omaggio ai partecipanti: un segnalibro con foto della città e buoni sconto da utilizzare in negozi del centro storico, ristoranti, bar ecc.

 

COSTO
Adulti: € 10.00 a persona
Bambini fino a 12 anni: gratuito

La prenotazione è obbligatoria: Elena Piccioni di Target Turismo – Cell. 347 6098163

Alla scoperta di Cremona

10.30 e alle 14.30  partenza da Piazza Roma


Il percorso è pensato per chi vuole iniziare a scoprire la città di Cremona. Dopo un iniziale inquadramento storico sulle origini verranno evidenziati quei luoghi grazie ai quali si potranno delineare le tappe principali della evoluzione della città. Cammineremo lungo il decumano maggiore fino a incrociare l’antica via postumia, visiteremo l’antica strada basolata di via Solferino e, assieme, capiremo come è cambiata l’urbanistica di Cremona tra periodo romano e Medioevo quando ha visto la luce l’imponente Cattedrale di Santa Maria Assunta. Tappa principale del percorso sarà la piazza del Comune della quale saranno spiegati i monumenti fondamentali, palazzo comunale, Loggia dei Militi, Battistero, Torrazzo e Cattedrale con un particolare approfondimento sulla sua decorazione interna. Durante la spiegazione saranno affrontati temi storici, artistici, sociali…in un percorso lungo più di duemila anni che si snoda tra guerre, matrimoni eccellenti, ebrei, spagnoli, grandi inventori, musicisti, eroi leggendari e tanti simboli nascosti da andare a scoprire…PER CAPIRE CREMONA!

Tutti i giorni dal 19 al 27 novembre, presso la statua di A. Ponchielli, si parte alla scoperta di Cremona.

Durata 2 ore, quota di partecipazione 10 €.

Prenotazione obbligatoria al 3388071208 o mail info@crart.it con 48 h di anticipo.

 

 

Cremona

Cremona è il capoluogo della provincia. Sorge sulla riva del fiume Po, il quale, insieme alla fertilità della campagna circostante, ha dato prosperità economica alla città fin dalla sua fondazione nel 218 a. C. come colonia romana. Era infatti importante via commerciale, mediante la quale Cremona era facilmente raggiungibile dal mare. Ora il fiume ha perso questo ruolo, ma è sempre parte integrante fiume-podella vita della città.
torrazzoL’epoca di maggior floridezza della città fu quella comunale. A testimoniarlo è il monumentale complesso degli edifici raccolti attorno alla piazza del Comune: la Cattedrale, iniziata nel 1107, col poderoso Torrazzo, la più alta torre campanaria in muratura d’Europa (m.112 circa), il Battistero (1167), il Palazzo Comunale (1206-1246), la Loggia dei Militi (1292). Nel 1334 la città entrò a far parte del Ducato di Milano e visse la grande stagione del Rinascimento lombardo, di cui sono importanti esempi la chiesa di S. Sigismondo ed il piccolo ma prezioso tempio di S. Margherita. In entrambe, come in Cattedrale, si possono ammirare anche le opere dei maggiori pittori cremonesi del Cinquecento, i Boccaccino, i Campi, il Malosso.
La città ha un aspetto elegante e signorile, con palazzi e grandi chiese. Da non perdere, fra tutte, è quella di S. Agostino, con la cappella affrescata da Bonifacio Bembo ed un’importante pala d’altare del Perugino.
Le numerose botteghe dei liutai continuano a praticare l’arte che fu di Stradivari. Il neonato museo del violino raccoglie le collezioni del Museo Civico ed il Palazzo Comunale, che conservavano cimeli stradivariani ed una collezione unica al mondo di strumenti della liuteria cremonese. organizza-gitaLa vocazione agricola della città trova espressione in numerose manifestazioni merceologiche organizzate da CremonaFiere.
La ricca storia di Cremona permette di offrire vari itinerari turistici, suddivisi per epoche storiche, che permettono di abbracciare il patrimonio artistico ed architettonico cittadino.
Sono stati quindi creati ben 6 percorsi che abbracciano storia, natura ed enogastronomia.

 

Casalmaggiore

Adagiata sulle rive del Po, Casalmaggiore presenta le caratteristiche tipiche della piccola città padana, raccolta attorno alla centrale piazza Garibaldi, con strade e piazzette sulle quali prospettano case e palazzi di sobria eleganza, e l’argine a segnalare la presenza del fiume e a fare da fondale visivo alle vie.
Sorta probabilmente in epoca longobarda, a partire dal Medioevo diventò un porto commerciale molto attivo, grazie al quale nel 1427 assunse la condizione di “terra separata”. Le aspirazioni autonomistiche furono poi riconosciute da Maria Teresa d’Austria nel 1754 col conferimento del titolo di “città”.
Cuore della vita cittadina è piazza Garibaldi, col Palazzo Comunale ed caratteristico “listone” di pietra bianca, affollato luogo di ritrovo e di screen-shot-2016-09-14-at-11-41-01manifestazioni pubbliche. Poco lontano si eleva l’alta mole del Duomo. La sua pregevole quadreria comprende opere di artisti comprese fra Cinque e Settecento.
Tutta la città è comunque ricca di opere d’arte, conservate nelle numerose chiese (da non perdere quella dell’Ospedale, interamente decorata  da Marcantonio Ghislina) e nel museo allestito nella casa di Giuseppe Diotti, famoso pittore neoclassico che ebbe i natali a Casalmaggiore.

 

Crema

Crema sorse probabilmente in epoca longobarda su un’altura circondata dalle paludi del lago Gerundo. Divenuta successivamente libero Comune, alleato di Milano contro Cremona, venne distrutta da Federico Barbarossa nel 1160. Ricostruita, nel 1449 entrò a far parte dei domini veneziani fino all’epoca napoleonica.
Chiese e palazzi conferiscono al centro un aspetto elegante e signorile. Cuore della città è la piazza del Duomo, dove sorgono il palazzo Comunale, il palazzo Pretorio, il palazzo Vescovile e la Cattedrale gotica (1284-1341), che conserva importanti dipinti di artisti cremaschi ed un Crocifisso ligneo del XIII secolo, ritenuto miracoloso. Poco lontano sorge la barocca chiesa della SS. Trinità e, in una piazzetta appartata, l’ex convento di S. Agostino che ospita il Museo Civico, con una pregevole pinacoteca, testimonianze storiche della città e della locale arte organaria.
Antichi palazzi patrizi, dalle eleganti linee barocche e rococò testimoniano l’antica floridezza economica della città, che continua ancora oggi grazie ai numerosi insediamenti artigianali ed alla vicinanza del territorio milanese. Da non perdere è il santuario di S. Maria della Croce, importante esempio di architettura bramantesca, che conserva dipinti di Bernardino e Antonio Campi.

 

 

Scarica la Cartina di Cremona e i suoi punti d’interesse
Mappa dei percorsi turistici e la guida
Clicca qui per scaricare una guida illustrata di Cremona di Edizioni Tapirulan

Per informazioni turistiche – IAT – Informazioni ed accoglienza turistica di Cremona
tel. 0372 407081

Share Button
Fornitore Ufficiale
In collaborazione con
APP Ufficiale della Festa del Torrone
Media Partner & Gemellaggi