Luoghi da visitare


Cortile Palazzo Fodri

18 e 19 novembre – 25 e 26 novembre, ore 9.00 – 12.00 Corso Matteotti 17 logo-Fondazione


Eccezionalmente per la Festa del Torrone sarà possibile visitare il cortile del quattrocentesco Palazzo Fodri per poter ammirare i fregi in cotto e gli affreschi che ne abbelliscono le facciate. Il Palazzo costituisce forse il miglior esempio del Rinascimento lombardo a Cremona, dovuto alla particolare interpretazione che i maestri dell’area cremonese e cremasca – alcuni attivi anche a Milano – seppero esprimere degli stimoli culturali provenienti dall’ambiente della corte sforzesca.
Ingresso libero, per i gruppi è consigliata la prenotazione a segreteria@fondazionecr.it o 0372/421011

 

Apertura Teatro Ponchielli

Sabato 18 novembre e domenica 26 novembre, ore 10.00 alle ore 13.00


In occasione della Festa del Torrone il Teatro Ponchielli rimarrà eccezionalmente aperto e visitabile dalle 10.00 alle 13.00. Sarà possibile ammirare la splendida sala e godere dell’atmosfera di uno storico teatro all’italiana.
L’ingresso è libero e gratuito ma, per facilitare l’accesso ai gruppi organizzati, si richiede cortesemente alle guide turistiche di concordare con la Segreteria del Teatro (tel. 0372 022012) l’arrivo in Teatro

 

Strada Basolata Romana

18 e 19 novembre – 25 e 26 novembre, Ore 15.00 – 18.00, via Solferino 33


In occasione di lavori all’edificio della sede della Camera di Commercio, nel 1967 si rinvennero i resti di due strade romane una parallela alla via odierna, l’altra in posizione ortogonale a questa.
Si tratta di selciato costituito da lastroni in pietra (basoli) disposti su un sottofondo di frammenti di laterizi, anfore, mattoni e tegole.
Su entrambi i lati del tratto lungo via Solferino si conservano i resti dei marciapiedi (crepidines), mentre presso il lato orientale è stato messo in luce un frammento di tubazione (fistula) in piombo, utilizzato per l’approvvigionamento idrico degli edifici che si affacciavano sulla strada.
La via costituisce uno dei cardines minori della città romana, parallelo al cardo maximus corrispondente all’asse di corso Campi, via Verdi e via Monteverdi, e incrocia uno dei decumani minori.
A differenza delle altre strade romane, documentate e poi nuovamente coperte, grazie a un accordo tra la Soprintendenza e la Camera di Commercio il tratto lungo via Solferino, conservato per la sua larghezza originaria di m 7,20, è stato sempre mantenuto visibile e aperto alla pubblica fruizione. E’ importante testimonianza per la ricostruzione dell’impianto urbanistico della città romana del 218 a.C.
L’apertura è resa possibile grazie ai Volontari del Patrimonio Culturale del Touring Club Italiano.

Ingresso libero

 

Share Button
Fornitore Ufficiale
In collaborazione con
APP Ufficiale della Festa del Torrone
Media Partner & Gemellaggi